Il pennello

Nella pittura ad olio vengono utilizzati maggiormente pennelli di setola piuttosto che fini.

Con i pennelli di setola il colore viene distribuito uniformemente e perciò è ideale durante la fase di creazione del dipinto, per l'elaborazione finale sono più indicati i pennelli fini.

Solitamente, tratti più definiti vengono realizzati con pennelli corti. 

Esistono tante tipologie di pennelli ma per iniziare come principiante hai bisogno solo di pochi strumenti. Fai attenzione alla qualità: a volte è meglio spendere qualcosa in più per evitare di correre il rischio di usare un pennello di bassa qualità e trovare setole sul dipinto, una volta terminato il lavoro.
Ecco i pennelli che non dovrebbero mancare nel tuo set per dipingere a olio:
1. A Ventaglio
2. Piatto
3. Tondo

Come pulire i pennelli


Per pulire i pennelli hai bisogno dell'essenza di trementina. Usa quella inodore in quanto l'odore forte può farti passare tutta la voglia di dipingere oltre ad essere nociva per la salute.
Hai poi bisogno di un panno e un sapone neutro per lavare le setole, un grembiule e due bicchieri.

Un bicchiere ti serve per riporre i pennelli. L'altro per l'essenza di trementina. Non lasciare i pennelli usati troppo a lungo nella trementina perchè potrebbero incrinarsi e seccarsi. La trementina toglie il grasso dalle setole e rende i pennelli più fragili. Fai molta attenzione a lavare bene i tuoi pennelli con il sapone dopo l'uso.